Le gravine

Il territorio a Sud di Mottola è caratterizzato dalle gravine, incisioni erosive profonde anche più di 100 metri, molto simili ai Canyon, ancora oggi scavate dalle acque meteoriche nella roccia calcarea.

Si tratta di habitat naturali eccezionali e unici per flora e fauna: sono presenti il leccio, il pino d’aleppo, il corbezzolo, il frassino, il carrubo, l’acero selvatico e l’asparago selvatico.

Nelle gravine si possono trovare meravigliose orchidee spontanee, il caprifoglio, i ciclamini, il biancospino e delicate rose selvatiche.

È possibile incontrare parecchi rapaci di piccole dimensioni come il falco grillaio e il gheppio, ma anche il nibbio bruno, la poiana, il biancone, il capovaccaio e il gufo comune.

Negli stagni presenti sono presenti l’ululone dal ventre giallo, tipico delle gravine dell’Italia meridionale, la rana, il tritone e il rospo.

Nella gravina di San Biagio-Palagianello si trova una piccola cavità naturale, la grotta di San Biagio, caratterizzata dalla presenza di stalattiti e stalagmiti, tipiche formazioni carsiche.

GRAVINA DI CASTELLANETA

GRAVINA DI SAN BIAGIO-PALAGIANELLO

GRAVINA DI PETRUSCIO

GRAVINA DI CAPO DI GAVITO

PRENOTA VISITA GUIDATA MIN 4 PERSONE





Maggio 2024

Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom

29
30
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1
2

VISITE GUIDATE A MOTTOLA

TELEFONO

+39 3479925429

EMAIL

info@mottolaturismo.it