La CHIESA RUPESTRE DI SANT’ANGELO rappresenta un unicum nell’Italia meridionale per il suo sviluppo su due diversi piani ipogei, con l’invaso inferiore avente destinazione funeraria (esempi analoghi sono presenti in Asia Minore). La chiesa fa parte di uno dei villaggi rupestri più importanti del nostro territorio in epoca medievale, Casalrotto, sorto intorno al monastero benedettino di Sant’Angelo. All’interno il tempio si presenta a tre navate e tre absidi. Ben due sono le Deesis ancora visibili nella chiesa superiore e una nella chiesa inferiore che indicano il forte richiamo al carattere funerario della chiesa. Nella cripta inferiore sono state ritrovate ben 7 tombe a fossa.