Molto suggestiva è la CHIESA RUPESTRE DI SANTA MARGHERITA: dalla insolita planimetria, rappresenta una vera e propria “perla” della civiltà rupestre. Margherita, secondo il nome di tradizione occidentale – in origine Santa Marina di Antiochia di Pisidia – Santa protettrice delle gestanti, è racchiusa in un’archeggiatura a tutto sesto, proprio come in un’icona lignea, ed ogni elemento è riccamente decorato. La chiesa è conosciuta soprattutto per le rarissime rappresentazioni in ambito rupestre di un Miracolo di S. Nicola di Myra (concessione della dote a tre fanciulle che diversamente si sarebbero prostituite) e per i dieci riquadri che raccontano la storia del Martirio di Santa Margherita, entrambe databili al XIII-XIV secolo d.C.